0

11 Maggio 2021

Liberarsi dal senso di colpa

A chi non è mai capitato di sentirsi in colpa? Può esserci una motivazione valida oppure no, ogni tanto, quest'emozione antipatica la senti dentro facendoti vivere male.

"Ho deciso di non prendermi del tempo per me stessa perché mi sembra di togliere del tempo ai miei figli. Mi sento egoista".

"Evito di uscire con le mie amiche perché mio marito mi fa capire che non è d'accordo".

Così la maggior parte delle donne mi descrivono il loro stato d'animo, quasi non ci fosse via d'uscita ma solo un sentimento che si è meritati in seguito a quella cattiva condotta. Così finiscono per vivere una vita in funzione del senso di colpa.

Sicuramente anche tu hai provato quest'emozione.

Ti sei sentita male, sbagliata, assalita da sentimenti spiacevoli perché sentivi di aver tradito la fiducia nell'altro.

Soprattutto, sentivi di essere stata egoista perché hai desiderato ritagliarti del tempo per te stessa togliendo del tempo alla tua famiglia, ai tuoi affetti e ai tuoi cari.

Il senso di colpa può portarti a chiuderti in te stessa, non sentirti più all'altezza in un rapporto e di aver distrutto quello che di bello c'è con l'altra persona.

Ti sembra di aver perso tutto anche la stima.

Da questo comportamento è rilevante notare come ciò che pesa di più è il giudizio che hai verso te stessa al punto da sentirti di non meritare le cose belle: un rapporto sano, la famiglia che ti sei costruita o il lavoro che hai scelto.

Il senso di colpa ti ammazza.

Senti un gran peso dentro a livello del cuore.

La bella notizia è che dal senso di colpa ci si può liberare mantenendo le relazioni e imparando da esso a maturare come persona.

Che cos'è il senso di colpa

La colpa è un sentimento che deriva da un giudizio negativo di uno specifico comportamento mancato o avuto rivolto verso un'altra persona che genera internamente rimorsi e rimpianti generando uno stato di tensione.

Lo psicanalista Freud fu il primo a studiare il senso di colpa in “Lutto e malinconia” affermando che esso nasce dal Super-io o giudice interiore, morale che hai interiorizzato già dalla tua infanzia e che porta con sé tutte le regole trasmesse dalla famiglia, dalla società, dalla religione e che si traduce anche nei tuoi doveri.

Quando vieni meno a questi doveri provi senso di colpa.

Dalla metà del '900 il senso di colpa acquisisce una dimensione più sociale perché viene considerato in riferimento all'ambiente in cui la persona vive.

Ogni cultura ha delle regole differenti, dei codici che dicono come comportarsi e come no, di conseguenza, colpevolizzano le persone.

Il senso di colpa ha varie sfaccettature. Può essere diviso in:

  • Senso di colpa per pensieri. Ti senti in colpa a causa dei pensieri che si generano dentro di te. Più pensi di allontanare questi pensieri e più ritornano togliendoti energia. In psicologia sono definiti pensieri ossessivi perché si producono quotidianamente verso te stessa o gli altri facendoti sentire tremendamente in colpa.
  • Senso di colpa per parole. Per evitare questo senso di colpa bisogna imparare a dire agli altri ciò che si pensa ma in maniera positiva. É chiamata assertività e consiste nell'esprimere ciò che senti dentro, i tuoi bisogni, le tue paure, i tuoi pensieri in modo chiaro e rispettoso, del tutto libero.
  • Senso di colpa per azioni. Questo senso di colpa nasce quando compi dei comportamenti in cui hai provocato sofferenza negli altri o verso te stessa. É doloroso pensare che si è fatti del male agli altri perciò intraprendi la strada del perdono perché l'essere umano è nato imperfetto.
  • Senso di colpa per doveri. Questi nascono in base ai doveri che devi impegnarti ad osservare ogni giorno nei confronti della tua famiglia, della scuola, della società, del lavoro, della religione. Nel corso dell'educazione familiare vengono inculcati all'interno del bambino senza considerare che potrebbe, in età adulta, sentirsi insoddisfatto perché succube di quei doveri di cui vorrebbe anche rinunciare scegliendo in maniera diversa.
  • Senso di colpa per emozioni. L' autocontrollo emotivo è fondamentale si ma allo stesso tempo è giusto vivere le proprie emozioni evitando di reprimerle. Se imparerai ad accettarle, esprimerle in modo corretto eviterai di avere attacchi di ira o pianto. Potrai parlarne tranquillamente in modo da costruire delle relazioni più autentiche e profonde.
  • Senso di colpa per omissioni. Non trascurare anche questo tipo di senso di colpa che deriva da ciò che avresti potuto fare ma non hai fatto. In questo specifico caso un esempio può essere fatto quando assisti a un episodio e decidi di non prendere posizione raccontando l'accaduto. Molto spesso accade tra i ragazzi durante gli atti di bullismo, per paura non vogliono raccontare ciò che hanno visto così adottano un comportamento indifferente. É una scelta per cui si è responsabili quanto chi ha commesso quell'azione.

Quali sono le cause

Se ti senti in colpa significa che hai infranto una regola etica e morale, potevi agire in un altro modo e non l'hai fatto, potevi comportarti da altruista o comunque da persona socialmente accettabile.

Hai tradito i tuoi codici di comportamento che hai appreso durante la tua infanzia.

Sentirsi in colpa è molto doloroso, ti fa star così male che decidi di evitare di scegliere qualcosa che invece desideri fare o dire pur di non star così.

Nell’antichità la felicità era una ricompensa per pochi eletti selezionati. In un momento successivo venne concepita come un diritto universale che spettava a ogni membro della specie umana. Successivamente, si trasformò in un dovere: sentirsi infelici provoca senso di colpa. Dunque chi è infelice è costretto, suo malgrado, a trovare una giustificazione alla propria condizione esistenziale.

Zigmunt Bauman

Ti arrabbi con te stessa per aver detto o fatto quella cosa che avresti non voluto oppure che desideravi ma sapevi che andava contro i tuoi codici etici. Così trascorri il tuo tempo preoccupata, inquieta a rimuginare e a ripensare a quanto accaduto.

Da cosa deriva questo sentimento?

Il senso di colpa lo hai imparato da bambina con gli adulti intorno a te. Ovviamente non eri ancora in grado di capire cosa fare, se era sbagliato o meno perciò hai imparato come comportarti in base alle reazioni che gli adulti hanno avuto nei tuoi riguardi.

Molti genitori si ritrovano a manipolare inconsciamente il proprio figlio pur avendo delle ottime intenzioni. É anche un modo per gestirlo affinché si comporti come loro vogliono, secondo le loro regole.

Il messaggio sottile che il bambino percepisce è che non è accettato per ciò che realmente è.

Il buon comportamento del bambino è in funzione dell'affetto che riceverà. Questo modo di relazionarsi e di comportarsi diventerà lo schema abituale con il quale si comporterà da adulto.

Per questo motivo, oggi, rimani prigioniera del tuo senso di colpa che si appropria del tuo tempo presente evitando che tu viva serenamente quello che può accadere di bello facendoti ossessionare da esso.

Sentirsi in colpa è normale, è qualcosa di sano se ti rendi responsabile e consapevole di aver commesso un errore nei confronti di un'altra persona e, mettendoti nei panni dell'altro, ti rendi conto di dover chiedere scusa.

Sbagliato è quando annulli te stessa allontanando questo sentimento fastidioso, quando ti senti superficiale e egoista per aver pensato con la tua testa o fatto qualcosa perché sentivi.

Il senso di colpa diventa una punizione che tu dai a te stessa come se ti fossi comportata da bambina monella.

Gusto distinguerlo dalla vergogna.

La vergogna si genera in seguito allo sguardo che gli altri hanno su di te perché ti fa sentire inferiore, imbarazzata, non all'altezza. Il senso di colpa, invece, si genera dopo uno sbaglio, dopo un torto che senti di aver fatto nei confronti di un'altra persona a cui vuoi bene.

Strategie per liberarti dal senso di colpa

Come liberarsi dal senso di colpa?

Il senso di colpa è una scelta.

Puoi decidere di incominciare a esercitare tu il controllo su di esso e farlo sparire in modo da liberartene per sempre.

Le strategie che ti propongo sono dei piccoli passi per affrontare con una responsabilità maggiore quello che accade dentro di te nel momento in cui ti senti sopraffatta da esso o senti di avere un grande peso dentro.

  • Accetta il passato. Il passato non può essere cambiato. La realtà è che nessun senso di colpa può cambiare ciò che già accaduto, non puoi tornare indietro nel tempo e decidere di comportarti in maniera diversa. Dovrai prenderti la responsabilità di quanto accaduto.
  • Pensa a ciò che eviti di affrontare oggi. Invece di vivere il tuo presente con senso di colpa potrai impiegare quel tempo ad analizzare la situazione che stai vivendo operando una scelta. Elaborare questa nuova situazione ti aiuterà a comprendere quale sia la strada giusta, l'opportunità che ti stai perdendo ponendo l'attenzione su una possibile soluzione alternativa.
  • Perdona te stessa. Nessuno è perfetto, tutti quanti commettiamo degli errori, consapevolmente e inconsapevolmente, non per questo dobbiamo farci del male o punirci per ciò che è accaduto. Gli errori possono essere visti come un'opportunità di crescita, una componente essenziale affinché tu possa migliorare e decidere di comportarti in maniera differente, più giusta secondo il tuo codice etico.
  • Insegna alle persone a non manipolarti. Determina quali sono quelle situazioni in cui puoi dire di si e in quelle in cui può dire di no in modo da gestire la delusione degli altri. Se qualcuno prova a farti sentire in colpa per ciò che non hai fatto, tu potrai rispondere in maniera educata disinnescando la bomba della colpa, in modo da non essere più manipolabile.
  • Fai una cosa che ti fa sentire in colpa. Significa andare controcorrente. Forse stai pensando che ho sbagliato a scrivere invece no. Ti sto chiedendo di fare un'azione da cui sai che deriverà il senso di colpa. Per esempio, se fino ad oggi non ti sei mai preso una settimana di ferie dal lavoro per andare in vacanza, ora è arrivato il momento di farlo. Vedrai che piano piano ti sentirai meno in colpa.

Le strategie che ti ho proposto ti aiuteranno a gestire in maniera più serena il tuo senso di colpa, a non avere più ansia per il futuro e a superare quelle situazioni passate che non possono essere più modificate.

Tutti i problemi possono essere risolti, tutte le preoccupazioni possono essere superate e non per forza mettono in gioco il tuo amore, l'affetto che provi verso le altre persone.

Più sarai in ansia, preoccupata, inquieta più rimarrai immobile nella tua situazione, non farei assolutamente nulla per cambiarla e il senso di colpa avrà il pieno controllo su di te.

Adesso possiedi nuove risorse per poter affrontare questa situazione in modo diverso rispetto a come hai fatto fino a ieri.

https://emotionsophia.it/benessere-donne/benessere-donne-liberarsi-dal-senso-di-colpa/Liberarsi dal senso di colpa
  • Condividi:

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Mi chiamo Vanessa Pellegrino, con Emotionsophia aiuto le donne e le mamme a riconnettersi con la parte più profonda di sé recuperando il proprio potere personale.

Cerca

Categorie

Emotionsophia

Mi chiamo Vanessa Pellegrino, con Emotionsophia aiuto le donne e le mamme a riconnettersi con la parte più profonda di sé recuperando il proprio potere personale.
© 2020 Vanessa Pellegrino, Emotionsophia | P.IVA 03183020738 | Privacy Policy | Termini e Condizioni | Brand & Web Design Miel Café Design
usercartcrossmenuchevron-down