0

26 Gennaio 2022

Dare una seconda possibilità all'ex: si o no?

Dare una seconda possibilità è un dilemma che spesso si presenta nella vita di coppia dopo una delusione d'amore. Hai vissuto periodi di litigate, sfuriate e di delusioni che non ti aspettavi e così hai detto "mai più", "non torno più indietro".

Eppure ti sei ritrovata davanti a un caffè con il tuo ex a chiacchierare dei momenti felici, delle avventure trascorse insieme e a sentire una piccola scintilla viva dentro di te che ha messo in discussione la tua decisione.

Una scelta porta con sé una dose di senso di colpa verso l'altro, o nel caso di coppie matrimoniali, anche verso i figli.

Sei saprai gestirlo adeguatamente allora rifletterai sui motivi che hanno portato alla rottura del matrimonio o della relazione mentre se ti farai trasportare da esso o dal dispiacere verso l'altro, finirai per tornare sulla vecchia strada.

Io per prima ho gestito malissimo questo senso di colpa.

Il mio ex mi aveva veramente delusa e trattata male; per il bene dei figli e per il rimpianto di non avere una famiglia unita ho spesso ceduto. Non volevo arrivare un domani a vivere con il rimorso dei se e dei ma. Come sarebbe stata la mia vita se gli avessi dato un'atra possibilità?

Questo pensiero è stato per me una condanna finchè non ho chiuso definitivamente.

Sono tornata indietro, ho dato più di una seconda possibilità ritrovandomi con un pugno di mosche in mano.

Quando ho notato che il tempo passava e nulla cambiava tra me e lui, lì ho capito che stavo solo perdendo tempo. Non avevo costruito niente di nuovo e di buono in quel periodo, anzi, il nostro matrimonio continuava ad andare in frantumi e io insieme.

La somma di queste piccole possibilità andate male mi ha fatto comprendere che la seconda possibilità in amore va data solo quando entrambi nella coppia sono pronti a migliorare i propri comportamenti, a mettersi totalmente in discussione e a migliorarsi. Ma se questa volontà da parte di entrambi, e sottolineo di entrambi, non c'è meglio lasciar perdere.

Per questo ti consiglio di riflette molto bene sul motivo della rottura.

Cosa ha portato alla rottura?

Divergenze di carattere, di valori oppure c'è stato un tradimento?

Quando ci sono dei tradimenti la situazione è molto più complessa perché viene a mancare un valore autentico: la fiducia. Credo che la fiducia sia la cosa più difficile da ricostruire perché porta con sé disistima, rammarichi, disamore, rancori, rabbia e delusione.

Perché proprio a me? Io non me lo meritavo.

Perciò prima di dare una seconda possibilità alla tua relazione è opportuno riflettere e osservare alcuni segni che ti aiutano a capire qual è la cosa giusta da fare.

Dare una seconda possibilità funziona?

La seconda possibilità in molti casi non funziona. Perché?

"Lloyd, è giusto dare una seconda occasione a chi ci ha deluso?"

"Anche di più, sir"

"E quante? Tre? Quattro?"

"Tutte quelle necessarie a non farci rimpiangere quella persona mai più, sir"

"Mai più è davvero molto tempo, Lloyd"

"È appena sufficiente a ripagare tutto quello perduto, sir"

"Molto chiaro, Lloyd"

"Buona giornata, sir"

Vita con Lloyd

Le coppie spesso ritornano insieme per motivi assolutamente sbagliati e che non possono reggere la relazione.

I motivi possono essere:

  • bisogno di sentirsi meno soli;
  • bisogno di sentirsi amati e di amare;
  • dipendenza affettiva dal proprio ex;
  • difficoltà a gestire il senso di colpa e a chiudere definitivamente;
  • immaginare di ricostruire la famiglia unita che si è sempre sognati.

Molte donne danno anche un'altra possibilità, più che al proprio ex, a se stesse perché non accettano l'idea del fallimento, si colpevolizzano per la relazione andata male, pensano di aver sbagliato e di non avere amato abbastanza o di non essere loro abbastanza. Ci riprovano e impegnano molta più energia e dedizione.

Ci sono anche altre donne, seppure in minoranza, che pensano di non incontrare in futuro un uomo che le accetti per quelle che sono, che accettino i figli della precedente relazione. Per tali motivi scelgono di ritornare con il proprio ex.

Basare una relazione sui bisogni, sulla paura o su sentimenti che difficilmente non riesci a lasciare andare, come noti, è un punto di partenza assolutamente sbagliato.

Sentire la mancanza del partner è del tutto naturale come sentire quelle brutte emozioni di delusione, rabbia e la difficoltà di stare soli. I problemi che hanno contribuito a lasciarti con il tuo ex sono sempre lì, non sono stati risolti e in più si aggiunge la delusione che porta con sé l'essere separati.

Non sai gestire la sensazione di vuoto, non credi profondamente in te stessa al punto che pensi di non poter continuare a vivere la tua vita da sola ti fano aver bisogno di avere una persona accanto. Questo è ben lontano dall'amore.

Alla base di questo comportamento c'è lo sbaglio di aver riposto la propria felicità nelle mani di un'altra persona.

Se continuerai a pensare in modo negativo e credere di non essere all'altezza di continuare la tua vita, di essere felice normale che la la rottura la sentirai doppiamente. Questa esperienza però può aprirti la mente a capire che la felicità dipende solo da se stessi, che sei tu a decidere di voler stare bene, di essere serena e che i momenti di solitudine possono diventare dei momenti per imparare a stare in compagnia di te stessa.

Sei sfrutterai bene questo tempo prima di dare una seconda possibilità al tuo ex, scoprirai e guarderai la tua relazione da altri punti di vista e cambierai il tuo pensiero. Sarà la tua riflessività ad aiutarti a capire qual è la scelta migliore sia per te che per il tuo ex, se davvero è opportuno dare una seconda possibilità che ti inserisce sul binario di crescita come coppia. Oppure questo momento di solitudine potrà farti capire che lasciarsi è stata una scelta matura, quindi meglio continuare la propria vita su due binari diversi.

Se il tuo ex è anche un narciso allora considera che per lui sei il suo trofeo. É innamorato delle possibilità che gli doni, non di te. Questo vuol dire che dargli altre chance equivale a alimentare il suo ego perché essere lasciato, perdere o fallire non fa parte della sua natura.

Quando dare una seconda possibilità

Prima di arrivare a una separazione o una rottura definitiva della relazione si prova e si valutano pro e contro, se ricomporre la coppia ha come finalità un amore che funziona oppure no.

Quando dare una seconda possibilità?

  • Ragiona sul torto che hai ricevuto. Valuta se è troppo grande oppure no in modo da capire se sei nelle condizioni di poter perdonare gli errori e essere pronta a accogliere il gesto fatto. Tutti quanti commettiamo degli errori per questo possono essere perdonati. Ovvio però che bisogna fare una distinzione accurata degli errori. Se in passato sei stata trattata male o hai subito abusi emotivi o fisici è inutile dire che sarebbe opportuno non tornare indietro.
  • Perdona il tradimento solo quando l'altro ha capito il gesto fatto, ammesso che è stato solo un attimo di debolezza. Osserva se è davvero pentito e interrogati sulla tua volontà di comprendere quello che è accaduto tra voi. Significa tornare insieme al tuo ex senza rinfacciare ciò che ha fatto. Chi è davvero pentito non colpevolizza, al contrario, sa assumersi le proprie responsabilità. Se da la colpa sempre e solo a te per giustificarsi, continua a alimentare la certezza che la separazione è stata la cosa migliore tra voi.
  • Riparti dal qui ed ora. Considera il passato non un'arma di rinfaccio ma come un'esperienza che ti ha portato a credere di essere la donna forte che sei oggi. Osserva i suoi comportamenti. Se il tuo ex ti spiega le ragioni del suo gesto, ti confida tutto il suo vissuto, quello che ha provato in modo da ammettere la sua colpa, ascoltalo. In quest'ottica puoi considerare di dargli un'altra possibilità.
  • Vivi il periodo di allontanamento come momento per risolvere i problemi di coppia e personali, superare la delusione e le ferite provocate dai comportamenti del tuo ex per ricominciare la relazione senza rancori e con presupposti diversi.

Questi quattro punti non sono legge né regole da seguire solo un faro che illumina la tua difficoltà di scelta. Non valgono per tutti perché dipende dai sentimenti e dai valori che la persona sente interiormente. Se per esempio non tolleri assolutamente il tradimento, seppur occasionale, è inutile riprovarci.

Non ci sono scelte sbagliate o giuste, c'è la capacità di guardarsi dentro e di essere sinceri con se stessi.

Dare una seconda possibilità comporta un impegno maggiore perché la coppia va nuovamente ricostruita considerando anche quel particolare momento di crisi. In quest'ottica la possibilità data diventa un trampolino di lancio per la coppia che riparte da presupposti totalmente diversi dai precedenti. Ciò significa costruire una relazione sana.

La relazione perfetta o l'amore senza litigi non esiste, è solo un'utopia perché le coppie sane sanno discutere e trovare un punto d'incontro.

In amore è coinvolta tutta la persona, emozioni, sentimenti, debolezze perciò un amore funziona quando impari a rispettare prima te stessa. Tieni conto dei tuoi bisogni e del tuo sentire e sai accogliere anche quello dell'altro.

Prima di dare una seconda possibilità interrogati se sei disposta davvero a superare il passato per ricominciare, chiediti se sei ancora innamorata di lui e se sei disposta a dargli fiducia.

Le risposte che ti darai ti faranno comprendere quanto la seconda possibilità è un valore aggiunto nella coppia oppure un modo per vivere la coppia come un ripiego, basata sulle proprie paure.

Il tempo dello stare soli aiuta a mettere fuori la propria unicità, individualità e tramutare quel pensiero che la felicità dipende esclusivamente dall'altro.

Essere se stessi nella coppia è il principio indispensabile che ti permetterà di costruire una relazione stabile e forte.

https://emotionsophia.it/benessere-donne/dare-una-seconda-possibilita-all-ex-si-o-no/Dare una seconda possibilità all'ex: si o no?
  • Condividi:

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Mi chiamo Vanessa Pellegrino, con Emotionsophia aiuto le donne e le mamme a riconnettersi con la parte più profonda di sé recuperando il proprio potere personale.

Cerca

Categorie

Emotionsophia

Mi chiamo Vanessa Pellegrino, con Emotionsophia aiuto le donne e le mamme a riconnettersi con la parte più profonda di sé recuperando il proprio potere personale.
© 2020 Vanessa Pellegrino, Emotionsophia | P.IVA 03307740732 | Privacy Policy | Termini e Condizioni | Brand & Web Design Miel Café Design
usercartcrossmenuchevron-down