0

3 Dicembre 2021

Imparare a lasciar andare un amore

Un amore finito porta con sé un cambiamento importante nella vita che necessita di un passaggio: il lasciar andare.

Lasciar andare un amore è un atto che nn risponde alle regole della logica che distingue chi è stato lasciato da chi ha lasciato.

Ogni relazione finita chiede di essere chiusa imparando l’arte dell'accettazione.

Essere consapevoli che la relazione d’amore è finita, è doloroso ma fondamentale per darsi una nuova possibilità. Ricostruire una nuova vita.

Lasciar andare significa accettare.

Accettare che le situazioni cambino.

Accettare che l’amore è cambiato, che tu sei cambiata.

Ci vuole grande coraggio per guardare in faccia la realtà. Questo è un modo per crescere e superare le avversità, ostacoli che la via pone sul cammino.

Lasciar andare significa accogliere il dolore e la sofferenza che senti.

“Ma sei pazza? Devo accettare questa sofferenza, questo dolore se voglio ricominciare a vivere in modo diverso?”.

Sì ma a una condizione quale quella di imparare quali sono le azioni giuste da compiere, capire per superare questa situazione.

Sei abituata a fuggire da ciò che ti fa star male, a non pensarci o a riempirti la giornata d’impegni; questo comportamento non è di aiuto se vuoi superare questo momento. Pensieri e emozioni negative si intensificheranno perché non hanno la possibilità di “esprimersi” al fine di essere elaborate.

Perché è davvero così difficile lasciare andare?

Una delle cose che nel genere umano crea un dolore profondo è la separazione da qualcuno che si ama o si vuole bene. Che sia un rapporto di lavoro che si interrompe o un cambio di casa oppure la fine di un amore non esiste differenza.

Quando un rapporto finisce finiscono anche le aspettative che avevi costruito con l'altro. Il futuro che sognavi lo vedi sgretolarsi dinanzi a te.

Con la separazione ciò che ti manca di più è la relazione perché nella vita di ogni uomo le relazioni rivestono un ruolo centrale.

L'uomo è un animale sociale.

Aristoele

Le persone sono fatte di relazioni come tale bisogna avere la capacità di costruirle, curarle e crescerle forti. Da questo nasce la frustrazione che comporta l'accettazione della relazione finita e che porta con sé una profonda crisi nella persona. La buona notizia è che anche la fine di un rapporto d'amore può essere gestito in modo da darti l'opportunità di recuperare te stessa.

Perché è difficile lasciar andare

Perché è difficile lasciar andare un amore accettando che, d'ora i poi, le strade si dividono?

Per prima cosa ti ritrovi a fronteggiare il superamento di una crisi.

Il castello che hai costruito fino ad oggi con il tuo uomo è caduto insieme a sogni e aspettative. Per far fronte alla fine di una relazione la tua mente deve affrontare uno sforzo costruendo nuove abitudini e progetti .

Per evitare di avere una mente affollata da pensieri negativi tendi a chiudere tutto nel cassetto. Difficile è affrontare quel grande senso di vuoto emotivo, di frustrazione per gli obiettivi e il futuro che avevi immaginato con il tuo ex. Inevitabilmente ciò porta a perdere la motivazione e anche la voglia di andare avanti.

La difficoltà è tanta perché oltre a mettere da parte le emozioni negative, chiudi nel tuo cassetto emotivo anche quelle positive che sono invece la leva sulla quale puoi gestire tutta questa situazione.

Paura, sconforto, solitudine sono sentimenti naturali.

lasciar andare

Negare che soffri ti permette di andare avanti impedendoti però di mettere ordine tra i tuoi pensieri. Il tempo ti aiuterà a superare ciò che senti, diminuire l'intensità delle emozioni a patto che la separazione dal tuo ex sia avvenuta in maniera corretta.

Il tempo non cura le questioni sentimentali, ha il potere di rinforzare la tua pazienza e la forza per superare le difficoltà

É un alleato che ti aiuta a dare un senso a ciò che è finito per darti la possibilità di costruire delle relazioni nuove e differenti da quelle avute in precedenza.

Un altro motivo per cui hai difficoltà a lasciar andare è nascosto nella paura di perdere quel legame di dipendenza dall’altro.

Perdere qualcuno o lasciare andare qualcuno è anche paura di affrontare la ferita di abbandono o rifiuto, ferita assopita nel tuo inconscio e che si risveglia in situazione di legami che si interrompono.

Lo scoglio da affrontare è riconoscere che la tua relazione soffriva di dipendenza dettata dall'assoluto bisogno di stare accanto all'altro, di controllare i suoi movimenti, di sentirti nulla senza di lui e di non essere in grado di essere felice lontana dal tuo uomo.

Quando si genera questo tipo di legame, il lasciare andare l'altro diventa difficile perché significa lasciar andare anche le tue rassicurazioni, la certezza dell'amore che avevi accanto. Andrai incontro anche ad un grande senso di colpa cercando di recuperare subito la relazione o di capire in cosa tu abbia sbagliato.

Se è destinato a stare nella tua vita, nulla potrà mai farlo andare via.
Se non lo è, nulla al mondo potrà mai farlo rimanere.

(Lang Leav)

Forzare un'evento solo perché non sei disposta a accettarlo o affrontarlo è controproducente per te stessa.

Dietro questo atteggiamento ostinato è nascosta l'dea che il cambiamento sia qualcosa di negativo.

Cambiare può significare darsi una nuova possibilità che ti permetterà di evolvere. Non credi?

Nella vita ci sono cose che ti cerchi e altre che ti vengono a cercare. Non le hai scelte e nemmeno le vorresti, ma arrivano e dopo non sei più uguale. A quel punto le soluzioni sono due: o scappi cercando di lasciartele alle spalle o ti fermi e le affronti. Qualsiasi soluzione tu scelga, ti cambia, e tu hai solo la possibilità di scegliere se in bene o in male.

Giorgio Faletti

Scegliere significa alzarsi dall'abitudine della relazione e creare una nuova condizione, un nuovo scenario di vita in cui sei consapevole di essere sola.

Ciò spaventa.

Ma se vuoi evolvere, affrontalo perché l’alternativa è rimanere ancorata al ricordo di ciò che era non permettendoti di creare una nuova relazione, nuove conoscenze oppure fare scelte diverse.

I 5 step per imparare a lasciar andare

Lasciar andare è un processo che richiede accettazione di conseguenza implica il cambiamento di alcune convinzioni limitanti per dare un nuovo ordine alla tua vita.

È un modo per portare pace nel tuo cuore.

La separazione è necessaria affinché tu possa costruire, poco per volta, la fiducia verso te stessa e l'autostima che ti permetteranno di rafforzare la tua personalità.

In questa esperienza di vita pensi che stai perdendo qualcosa invece stai guadagnando nella tua individualità e identità. La frustrazione che ne deriva è un passaggio obbligatorio affinché tu possa definirti nella donna che sei e ritrovare il tuo essere te stessa.

Mentre avviene questo incontro con te stessa, tu:

  • comprendi parti di te o comportamenti che possono essere modificati;
  • scopri quali ferite sono ancora aperte e che hanno bisogno di rimarginarsi;
  • ti rendi conto che questo pezzo della tua vita così doloroso ti è servito per viaggiare all'interno di te stessa conquistando la capacità d'amarti ed amare.
lasciar andare

Per immetterti lungo la strada della conoscenza di te stessa e per imparare l'arte del lasciar andare ti suggerisco di seguire questi step:

  1. Smetti di pensare a ciò che poteva essere. Il continuare a cercare una spiegazione dell'accaduto o rimanere ancorati al "Se fosse...” non ti aiuterà a riportare in vita la tua relazione piuttosto continuerai a rimanere intrappolata nei tuoi pensieri negativi. La difficoltà è trovare la serenità che cerchi in questo preciso momento. La tua mente, se usata adeguatamente, è un'eccezionale aiuto perché nel momento in cui pensi al tuo problema, lei è pronta con la sua immaginazione a prospettarti la soluzione. Una soluzione che si tramuterà nel fare delle cose concrete per raggiungere il tuo fine. Il passato non puoi cambiarlo perciò liberati da questi pensieri e smetti di rimuginare. Se ti rendi conto che questi pensieri non sono utili a farti stare meglio oggi, allora tu ringraziali e lasciali andare.
  2. Dai un nome alle tue emozioni. Le emozioni fanno parte di te, ti aiutano a capire cosa ti piace e cosa no, ti spingono a fare delle azioni, rafforzano i legami con gli altri o ti aiutano a difenderti. Spesso il fatto di essere troppo abituata a sperimentarle non ti consente di essere consapevole che sono le emozioni a gestirti senza che tu ti renda conto. Perciò in questa fase in cui il tuo obiettivo è lasciare andare il tuo ex, dai un nome specifico a quello che senti, alle emozioni, sentimenti che escono fuori nei momenti in cui sei sola con te stessa e accoglile per quelle che sono. Poi prendi un foglio e scrivi come ti senti e perché ti senti così. Evita giudizi, concentrati solo su te stessa e su ciò che illumina la tua mente e il tuo cuore.
  3. Respira lentamente. Una tecnica fondamentale affinché tu possa calmare la tua mente, il tuo corpo è quella di rallentare la tua respirazione. Questo esercizio ti può essere di aiuto quando le emozioni diventano molto intense non riuscendo più a gestirle oppure vorresti fare delle azioni nei confronti del tuo ex di cui potresti pentirtene. Ti consiglio di trovare un posto tranquillo e di fare dei respiri profondi lasciando che l'addome si gonfi leggermente. Questa viene chiamata respirazione diaframmatica. Inoltre, allunga i tempi di espirazione rispetto a quelli di inspirazione. Fai questo esercizio per circa 5 minuti godendoti le bellissime sensazioni di rilassamento che porta con sé.
  4. Cerca conforto. Soprattutto per le donne, cercare conforto è un modo per poter elaborare il proprio vissuto e tutto il dolore che porta con sé la fine della relazione. Sicuramente hai qualcuno con cui poter parlare in questo momento delicato della tua vita. Assicurati che siano persone pronte ad ascoltarti e che hanno a cuore il tuo benessere. Hai il naturale bisogno di sentirti connessa e in compagnia di persone che ti fanno stare bene, che ti fanno sentire amata e con le quali il tuo umore cambia in positivo. Quando chiedi conforto, che siano amici o familiari, chiedi anche a loro come stanno perché a volte si dimentica che chi ascolta ha una propria vita e delle preoccupazioni. Esprimi gratitudine verso chi ti supporta. Circondati soprattutto di persone positive e chiedi consiglio anche a chi ha superato un momento simile al tuo. Sarà come avere un libro in cui è scritta la soluzione.
  5. Prenditi cura di te stessa. Mettiti in ascolto dei tuoi bisogni e rivolgiti quotidianamente delle frasi di conforto e di amore che possano evitare che i pensieri prendano il sopravvento. Accettati incondizionatamente perché tutto quello che hai fatto nella tua relazione era giusto in quel momento, lo hai fatto perché sentivi di farlo. Allontana l'idea che sia tutta colpa tua, piuttosto pensa alla relazione come responsabilità di due individui che si sono resi conto, ad un certo punto, di dover fare una scelta per il bene di entrambi. Questo momento può diventare un trampolino di lancio per qualcosa di positivo che ti attende. Tira fuori le tue risorse perché sei capace di poterlo affrontare.

Ora che hai incominciato il tuo processo di guarigione interiore dai il permesso a te stessa di uscire fuori e di ricominciare a vivere, inseguire una passione, incontrare nuove persone.

Lasciare andare un vecchio amore è anche lasciare alle tue spalle il passato per aprire una nuova porta al tuo futuro. Un futuro fatto di nuove esperienze, nuovi incontri e nuove connessioni che rafforzeranno in te la convinzione che la vita continua.

Permetti alla vita di fare il suo corso, accogli tutto quello che verrà e vedrai che è ella ti stupirà.

lasciar andare

Se ti rendi conto di aver bisogno di un supporto, di una persona che ti accompagni a elaborare questa separazione puoi compilare il form e richiedere la mia consulenza gratuita.

Sarò felice di accompagnarti in questo viaggio di rinascita.

https://emotionsophia.it/benessere-donne/imparare-a-lasciar-andare-un-amore/Imparare a lasciar andare un amore
  • Condividi:

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Mi chiamo Vanessa Pellegrino, con Emotionsophia aiuto le donne e le mamme a riconnettersi con la parte più profonda di sé recuperando il proprio potere personale.

Cerca

Categorie

Emotionsophia

Mi chiamo Vanessa Pellegrino, con Emotionsophia aiuto le donne e le mamme a riconnettersi con la parte più profonda di sé recuperando il proprio potere personale.
© 2020 Vanessa Pellegrino, Emotionsophia | P.IVA 03307740732 | Privacy Policy | Termini e Condizioni | Brand & Web Design Miel Café Design
usercartcrossmenuchevron-down